Il costo reale della guerra

Print Friendly

 

 

 

 

 

 

 

 

 


 

Di Bill Moyers – 6 aprile 2012

Molte discussioni inerenti il “costo della guerra” si concentrano su due tipi di cifre: i dollari spesi e i soldati americani che hanno dato la propria vita. Dopo un immersione di un decennio nella guerra al terrore questi sono i costi ufficiali: oltre mille miliardi di dollari e più di 6000 morti.

Ma, per quanto sconcertanti, questi numeri non ci raccontano tutta la storia.

In uno degli studi disponibili più completi, i ricercatori del Gruppo di Studio Eisenhower alla Brown University’s Watson Institute for International Studies hanno valutato il costo economico, politico, sociale ed umano delle guerre in Afghanistan e in Iraq e nel computo hanno incluso anche le nostre azioni militari in Pakistan. Quanto verificato è disponibile al sito www.costofwar.org. I dati che riportiamo di seguito sono un estratto di questo report, datato giugno 2011. Quando lo studio ha proposto due tipi di ipotesi sulle cifre (al ribasso e al rialzo) noi abbiamo scelto quelle al ribasso. E’ difficoltoso trovare dati più recenti per molte di queste voci ma aggiornamenti sul numero dei morti (con incluse biografie e foto) sono disponibili sul Faces of the Fallen collection del Washington Post’s.

Morti

  • 6051 soldati USA
  • 2300 mercenari USA
  • 9922 forze di sicurezza irachene
  • 8756 forze di sicurezza afghane
  • 3520 forze di sicurezza pakistane
  • 1192 truppe alleate
  • 11700 civili afghani
  • 125000 civili iracheni
  • 35600 pachistani (civili e ribelli)
  • 10000 ribelli afghani
  • 10000 membri dell’esercito di Saddam Hussein
  • 168 giornalisti
  • 266 cooperanti umanitari

Totale: 224475 vite perse

Feriti

  • 99,065 soldati USA
  • 51,031 mercenari USA
  • 29,766 forze di sicurezza irachene
  • 26,268 forze di sicurezza afghane
  • 12,332 truppe alleate
  • 17,544 civili afghani
  • 109,558 civili iracheni
  • 19,819 civili pachistani

Totale: 365383 feriti

Profughi

  • 3315000 civili afghani
  • 3500000 civili iracheni
  • 1000000 civili pachistani

Totale: 7815000 rifugiati e profughi

 

Costi per il contribuente statunitense.

1300 miliardi di dollari USA : il costo ufficiale per le guerre in Afghanistan e in Iraq.

Tra i 3700 e 4000 miliardi di dollari USA il costo totale stimato per il contribuente statunitense. Questa cifra include il già citato budget del Pentagono, i costi per l’assistenza medica e le disabilità permanenti dei veterani, le spese per la sicurezza nazionale, gli aiuti internazionali direttamente connessi con la guerra e le spese previste dal Pentagono stesso fino al 2020. Ulteriori 1000 miliardi di dollari in interessi fino al 2020 per i soldi chiesti in prestito per queste guerre.

Costi politici, sociali ed ambientali

Centinaia di migliaia di persone sono state imprigionate nei 10 anni trascorsi dall’undici settembre;

Il trattamento ingiusto che alcuni di loro hanno ricevuto ha prodotto una generale sfiducia nei confronti degli USA in tutta la regione. Negli USA i mussulmani vengono schedati, sono vittime di discriminazioni e di crimini d’odio.

Il cosiddetto complesso militare-industriale ha giovato delle crescenti spese militari con centinaia di miliardi di dollari riversati sulle aziende private. Un’azienda, la Lockheed Martin, ha ricevuto in contratti (e solo nel 2008) 29 miliardi di dollari dal Pentagono: più di quanto hanno ricevuto l’agenzia per la protezione ambientale (7,5 miliardi) , il ministero del lavoro (11,4 miliardi) ed il ministero dei trasporti (15,5 miliardi)

L’inquinamento legato alla guerra ha influito gravemente sulla salute degli iracheni – uno studio ha mostrato un tasso di mortalità infantile causata da cancro significativamente più elevato in Iraq che nei paesi vicini. L’uranio utilizzato nelle munizioni è probabilmente la causa di tutto questo.

La polvere tossica generata dalle basi militari ha contribuito, relativamente ai militari in servizio dal 2001, ad un aumento del 251% dei disordini neurologici, un 47% di aumento nelle difficoltà respiratorie ed un aumento del 34% nelle malattie cardiovascolari.

 

Da: Z Net – lo spirito della resistenza è vivo

www.znetitaly.org

Fonte: http://www.zcommunications.org/the-real-costs-of-war-by-bill-moyers

Traduzione di Fabio Sallustro

Traduzione  2011 ZNETItaly– Licenza Creative Commons  CC BY- NC-SA  3.0

Comments

comments

Powered by Facebook Comments

Precedente Il Sahel va in pezzi Successivo Venezuela: prezzi calmierati per 19 categorie di prodotti casalinghi

2 commenti su “Il costo reale della guerra

  1. Gli Stati Uniti amano le guerre infinite e per questo hanno speso somme di denaro così ingenti da mandare a gambe all’aria la loro economia.
    E’ chiaramente una forma di follia. Ma sono affari loro. Ognuno è libero di suicidarsi nel modo che ritiene più opportuno.
    Ma noi italiani perchè mandiamo a morire i nostri giovani e spendiamo soldi per le guerre americane, per comprare cacciabombardieri e ampliare le basi militari americane, se le nostre condizioni economiche non ce lo permettono?

    • Io non penso che la politica estera statunitense possa passare sotto la logica del “sono affari loro”.
      Non credo siano affari loro in quasi nessun caso e non lo credo per molteplici motivi.
      E che sono certo si possano benissimo immaginare (nessuna “esportazione di democrazia” ha mai pensato di essere messa in atto facendosi solo i propri affari)
      Se fosse un suicidio non interverrei. Putroppo non è così.

      Invece per quanto riguarda il capitolo italiano…sottoscrivo in toto

I commenti sono chiusi.