Una lettera aperta agli accademici israeliani

Redazione 14 luglio 2014 1
Share:
Condividi
Print Friendly

Una lettera aperta agli accademici israeliani

Con il contributo di varie persone

13 luglio 2014

Cari amici,

Questi sono tempi disperatamente brutti. Il governo di Israele, avendo provocato i lanci di razzi con il suo comportamento sfrenato attraverso la Cisgiordania, usa ora quella replica come pretesto per un attacco aereo su Gaza che è già costato tante vittime. Si sta provocando apposta un’atmosfera di isterismo a Israele e intere comunità sono soggette auna punizione collettiva, cioè a un crimine di guerra.

Le persone muoiono, e per che cosa? Per impedire un governo di unità di Fatah e Hamas?

Ci è stato chiesto dai nostri colleghi professori accademici a Gaza – le cui università sono state distrutte parecchie volte negli scorsi sei anni, e che non sono in grado di insegnare o di studiare, e che hanno crescente necessità di cibo e di medicine, come il resto dei quasi due milioni di palestinesi che vivono a Gaza – di esortarvi ad agire urgentemente per far sentire la vostra voce in Israele e all’estero, contro ciò che il governo israeliano sta infliggendo alla popolazione di Gaza. Sono state già uccise più di 123 persone dalle Forze di Difesa israeliane a Gaza fin dall’inizio dell’operazione israeliana di lunedì e il numero sarà diventato maggiore quando leggerete questo messaggio. La maggior parte di queste sono bambini, donne e gli anziani. Non ci potrebbe essere alcuna dichiarazione  che queste persone sino state coinvolte in qualsiasi attività militare. Le infrastrutture di Gaza, già a brandelli, vengono ora ulteriormente danneggiate e le popolazione è nelle situazione peggiore mai sperimentata prima e questa sta peggiorando ogni minuto. Queste atrocità commesse da Israele, non porteranno né pace né sicurezza alla regione, e possono soltanto provocare ulteriore deterioramento della già pericolosa situazione in Palestina/Israele.

Vi invitiamo, in quanto colleghi accademici e intellettuali, a unire le vostre voci in una protesta chiara e su questi crimini di guerra compiuti dal governo israeliano –il vostro governo. Vi esortiamo a  far sentire la vostra opinione per rispondere all’invito dei vostri colleghi di Gaza e per far sentire la vostra voce. Speriamo che sarete in grado e disponibili a riunirvi e a esprimere la vostra totale opposizione ai crimini di guerra commessi in vostro nome!

Se sei un accademico israeliano e sei d’accordo con noi sulla necessità urgente di porre fine immediata a quelle atrocità, e ad agire per far smettere l’occupazione legale in Palestina, per favore firma la dichiarazione in fondo a questa lettera, mandandoci una email con il tuo nome, titolo e affiliazione.

Seguono 136 firme degli autori di questa lettera.

Da: Z Net – Lo spirito della resistenza è vivo

www.znetitaly.org

Fonte: http://zcomm.org/znetarticle/an-open-letter-to-israeli-academics

Originale : Alternative Information Center

Traduzione di Maria Chiara Starace

Traduzione © 2014 ZNET Italy – Licenza Creative Commons  CC BY NC-SA 3.0

gaza_28111

Comments

comments

Powered by Facebook Comments

1 Commento »

  1. attilio cotroneo 14 luglio 2014 alle 17:56 - Reply

    Quando la ragione é perduta non si può che invocarla con maggiore forza.

Lascia un commento »

*
Follow

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers: